Progettare siti web di successo

Chi vuol progettare siti web di successo deve partire da un’adeguata organizzazione delle informazioni testuali e della parte grafica, ma soprattutto deve realizzare un’attenta progettazione strutturale di tutto l’insieme. E’ buona norma creare quindi uno schema, magari usando le vecchie e sempre valide carta e penna, per avere a portata di sguardo quello che dovremo inserire.

Quali sono i punti da focalizzare?

Raccolta delle informazioni

Ragioniamo mettendoci nei panni del visitatore, chiedendoci cosa desideri sapere una volta capitato sulle nostre pagine. Certamente il primi quesiti riguarderanno chi siamo e cosa offriamo, o quali argomenti tratteremo sul nostro sito, come poterci contattare (quindi link ai nostri account social, email) nel caso di un interesse verso i servizi offerti.

I testi dovranno essere esaustivi, ma mai prolissi, scritti in un buon italiano e scorrevoli al fine di favorire la lettura. Evitare dunque periodo troppo complessi, concetti ripetuti, informazioni non strettamente legate all’argomento in esame (il cosiddetto allungare il brodo non produce vantaggi, tutt’altro). Sulla loro lunghezza ci sono differenti teorie, tutte più o meno valide, che prendono in considerazione la tipologia dell’articolo (testo per landing page, comunicato stampa, lancio di una news, recensione e via dicendo).
In linea di massima dovrebbe comunque avere minimo 300 parole, alle quali integrare fotografie o immagini.

Scelta delle immagini

L’impatto visivo deve colpire, senza ricorrere ad eccessi ed è per questo che non bisogna esagerare con il numero di immagini, con i colori, con le scritte. Evitare GIF animate, nel caso sono da preferire le animazioni flash a patto che siano ben fatte, scritte in movimento e tutto quello che farebbe pensare alla pagina personale di un adolescente.
Buon gusto ed un minimo di sobrietà non guastano mai, anche se in taluni casi si può osare qualcosa in più (penso ai siti di discoteche o di band musicali).
Personalmente amo poco le animazioni e le userei solo quando strettamente necessario.

organizzare la struttura di un sito

Identificazione della struttura

Trovare la giusta combinazione tra creatività e informazioni è fondamentale per la buona riuscita del nostro progetto. Una veste grafica accattivante è importante perché cattura l’interesse del visitatore, ma ad essa deve accompagnarsi la presenza di testo che spieghi con cura cosa viene proposto.

Una volta che si ha ben chiaro questo concetto si passa alla terza fase, quella più delicata. Perché testi accurati, magari ottimizzati in chiave SEO, ed una buona grafica perdono di efficacia se il visitatore finisce per smarrirsi attraverso una miriade di link e di sezioni da visitare. Se non si vuole perdere un potenziale cliente, o comunque un follower, bisogna adoperarsi perché possa visitare tutte le aree del sito con estrema facilità.

Rendere difficoltosa la navigazione delle nostre pagine è il metodo migliore per perdere visitatori.

Compatibilità.

Fase altrettanto delicata e che richiede del tempo, per riuscire ad ottenere una corretta visualizzazione del nostro sito web su Internet Explorer, Firefox, Google Chrome e Opera (i browser più comuni). Attualmente la risoluzione più utilizzata è di 1366×768, ma bisogna tener presente che tende a cambiare con la diffusione dei nuovi monitor. Inoltre c’è ancora una piccola percentuale di utenti che sfrutta la vecchia 800*600 e bisogna consentire loro una buona visibilità delle pagine.
Vista la sempre crescente diffusione dei dispositivi mobili (smartphone e tablet) risulta fondamentale tenere da conto l’utilizzo del Responsive Design.

Linguaggi web.

I più diffusi sono HTML, ASP, PHP. La scelta dipende da tanti fattori, primo fra tutti le caratteristiche del hosting che ospiterà le nostre pagine. Per siti web dalla struttura semplice è consigliabile l’HTML al quale abbinare i CSS, o fogli di stile per aumentare usabilità e navigabilità del nostro progetto. Gli altri sono adatti a lavori complessi quali siti di e-commerce o portali.

progettare siti web

A questo punto non resta che avviare il nostro editor di pagine web e mettersi al lavoro.

Ogni paragrafo merita ovviamente un maggior approfondimento, che conto di fare quanto prima. Con questa breve guida ho solo voluto stabilire le linee guida principali, da tener presente quando si decide di progettare siti web.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti GRATUITAMENTE agli aggiornamenti via email