Native, video advertising lanciato da Ebuzzing

Native è un formato di video advertising che si integra perfettamente al contenuto editoriale di un sito o un blog, sfruttando il contextual targeting.

Ebuzzing introduce Native

Interessante la novità annunciata dalla piattaforma Ebuzzing, decisa a rivoluzionare il suo modo di fare advertising. A breve non si dovrà più aderire a ogni singola campagna, prelevando il codice da inserire nelle barre laterali o in post sponsorizzati.

Native: video adverting blindness

Con Native i video verranno integrati nei contenuti editoriali pubblicati, come succede con Google Adsense, sfruttando il contextual targeting. Per capire meglio questa nuova funzionalità suggerisco di visitare la pagina demo. 

Il motivo di questa scelta lo spiega Andrea Febbraio, VP Sales Europa & Co-founder di Ebuzzing

“I due problemi principali dei formati adv classici sono “banner blindness” e “viewability”. Gli utenti sono annoiati dai soliti formati e interagiscono pochissimo con i banner. Spesso si paga per pubblicità che l’utente non vede ad esempio, quella below-the-fold o in gergo “sotto lo schermo”. Native è stato pensato per risolvere in un colpo solo questi due problemi: il video, infatti, appare all’interno di un articolo in linea con l’advertiser e parte in autoplay, ma se l’utente scrolla la pagina ed il video esce dalla visuale, la fruizione dello stesso si blocca e l’inserzionista non paga.”

Vi ricordo che gli AD Native, della durata di 30 secondi ciascuno, posso essere usati sulla piattaforma OverBlog e sui siti/blog aderenti al circuito Ebuzzing.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti GRATUITAMENTE agli aggiornamenti via email